AIRONE - Abbigliamento AICH
News

Intervista al giudice Ricky Taylor

You asked me questions about the Summer Classic, here are my answers. Please keep in mind there are a lot of variables in cutting and it is very hard to draw conclusions from one weekend. 

 

First I was well pleased with the quality of horses at the cutting. Some of the horses were better than others and that is true at all cuttings. I think the percentage of horses who appeared prepared for competition was comparable to most weekend cuttings here. 

 

In the non-pro and amateur classes it appeared that the percentage of them that understood their job was lower than here. That is understandable when you don’t have as many cuttings for people to work on this. Also many of the amateurs appeared very new to the sport and this is a difficult sport to learn whether you are in Texas or Italy. It takes time and work for people to develop their skills here as well.

 

When I watched the cattle being settled it seemed that the people doing the settling understood how to settle cattle and did the best job that one or two people can do. However at the cuttings here you will see a team of cutters settling the cattle. There will be someone in the corners (herd holder positions) and people in front of the cattle (turnback positions). They will be further out and giving the settler more room than during a cutting run, but will still be there to help keep the cattle somewhat contained and not drifting all over the place. When someone is showing and making a cut, if one of the turnback people has to help by pushing cattle back to the herd, I would like to see the other turnback rider automatically shift position more to the middle to keep the cow being cut from running to the judge and out of the working area. It seemed to me that the helpers were genuinely doing their best to help. But I believe they can be more effective if they learn to work more as a team.

 

The best cattle were the Sunday morning cutting. Cattle don’t like being hot. I don’t know what other factors you have to deal with, but I believe that anytime in the summer when you can cut in the cool of the morning the cattle will be much better.

 

I don’t know which horses came from the Italian Breeding Stables and which ones came from America. If the 4 yr olds I saw were raised in Italy all I can say is keep up the good work. There were a few very talented horses in that class. It was impossible to tell on Friday, the cattle were not giving young horses a chance to think. However the same set of horses were much better when the cattle were better on Sunday.

 

 

Mi sono state fatte delle domande in merito al Summer Classic e queste sono le mie risposte. Per favore, ricordati che ci sono molte variabili nel cutting ed è molto difficile trarre delle conclusioni da un weekend.

Per prima cosa sono stato piacevolmente colpito dalla qualità dei cavalli. Alcuni cavalli erano migliori di altri e questa è una realtà che si presenta ad ogni gara di cutting. Penso che la percentuale di cavalli che sono apparsi preparati per la competizione è paragonabile a molti eventi di cutting che si svolgono durante i weekend negli Stati Uniti.

Nelle categorie Non Pro e Amateur mi è sembrato che la percentuale di coloro che conoscevano il loro mestiere fosse inferiore a quella Americana. Ciò è comprensibile se si pensa che il numero di eventi in America che per mette ai concorrenti un allenamento costante e di conseguenza una buona preparazione è nettamente superiore. Inoltre molti concorrenti Amateur mi sono sembrati nuovi in questa disciplina e il cutting quando si inizia è difficile da imparare in Italia tanto quanto in America. Ci vuole tempo e lavoro per poter migliorare la propria preparazione in tal senso.

Quando ho osservato la lavorazione della mandria mi è sembrato che i cavalieri responsabili della lavorazione sapessero bene come deve essere lavorata e facessero il loro lavoro al meglio per quanto possa essere fatto da una o due persone. In realtà negli Stati Uniti il responsabile di tale lavorazione è un team intero. Ci dovrebbe essere qualcuno negli angoli (posizione degli herd holder) e qualcuno di fronte alla mandria (posizione dei turn backs). Essi si sistemano in maniera più distanziata rispetto alla gara vera e propria, dando più spazio a colui che deve lavorare la mandria (settler), ma comunque presenti per aiutare a tenere in qualche modo contenuta la mandria ed impedirle di sparpagliarsi da tutte le parti.

Quando qualcuno sta gareggiando e facendo un taglio, se uno dei turnback deve aiutare spingendo il bestiame indietro verso la mandria, desidererei vedere l’altro turnback cambiare automaticamente di posizione più verso il centro per impedire al vitello che è stato scelto di correre verso il giudice o fuori dalla zona di lavoro. Mi è sembrato che gli aiutanti facessero del loro meglio per essere di aiuto. Ritengo però che possano diventare più efficaci se imparano a lavorare come un team.

La mandria migliore è stata quella della domenica mattina. Il bestiame soffre il caldo. Non so quali siano i fattori che determinano il programma gare nel periodo estivo, ma programmarle nelle ore fresche sarebbe sicuramente di grande aiuto.

Non so quali siano i cavalli allevati in Italia e quali quelli acquistati negli Stati Uniti. Se i quattro anni che ho visto sono stati allevati in Italia, tutto ciò che posso dire è di continuare con l’ottimo lavoro. C’erano un paio di cavalli molto talentuosi in quella classe. E’ stato difficile fare una valutazione in tal senso il venerdì perché la qualità del bestiame ha reso difficile il lavoro ai giovani cavalli, ma lo stesso gruppo ha lavorato nuovamente la domenica mostrando di essere nettamente migliorato anche grazie alla presenza di bestiame migliore.